subscribe: Posts | Comments

Cos’è la guardia medica turistica

Commenti disabilitati su Cos’è la guardia medica turistica

Quando ci si reca in vacanza, può succedere di aver bisogno di un consulto medico per sé stessi o per i propri figli: in questi casi è necessario rivolgersi ad una guardia medica turistica, o alla guardia medica pediatrica.

Parliamo di un servizio che mira a garantire l’assistenza medico-sanitaria ai turisti che si trovano in una determinata località, anche se non è attivo in tutte le città.

In genere, si può usufruire di questa prestazione negli orari diurni, sia nei giorni feriali che festivi e prefestivi.

Se invece, si ha bisogno di assistenza sanitaria durante le ore notturne, allora ci si dovrà rivolgere al servizio medico di Continuità Assistenziale.

Come usufruire della guardia medica turistica

Come sottolineato anche dal nome, la guardia medica turistica, si può trovare esclusivamente nei periodi di alta stagione, in quelle località turistiche che, spinte anche da una continua richiesta e da una concentrazione maggiore di visitatori, hanno deciso di offrire un servizio sanitario accessibile a tutti i numerosi turisti che affolleranno quella località.

Si tratta dunque di un servizio riservato esclusivamente ai turisti e non ai residenti che potranno rivolgersi al loro medico curante o recarsi in pronto soccorso.

Quali sono i servizi offerti dalla guardia medica turistica

Come già affermato, questa tipologia di servizio varia da regione a regione, ecco perché una volta giunti nel luogo di villeggiatura è opportuno rivolgersi all’Azienda Sanitaria di riferimento per avere maggiori informazioni.

A variare è anche il costo del ticket per poterne usufruire.

Numerose sono le prestazioni che offre la guardia medica turistica.

In particolare, essere riguardano:

  • visite siano ambulatoriali che presso il domicilio del paziente,
  • prescrizione di farmaci,
  • richiesta di visite specialistiche

Tuttavia, bisogna sottolineare che non viene garantito il servizio di Pronto Soccorso, per il quale si dovrà far riferimento agli ospedali di zona chiamando il numero unico per le emergenze, 112, attivo tutti i giorni a qualsiasi ora.

Buona regola quando si parte è di portare tutti i documenti necessari in caso di necessità di doversi rivolgere ad una guardia medica.

Bisogna quindi non dimenticare mai:

  • carta di identità,
  • tessera sanitaria,
  • TEAM cioè la Tessera Europea di Assicurazione Malattia, nel caso di cittadini stranieri.

Per un cittadino extracomunitario, infine, il tutto dipende dalle convenzioni: se sono previste, allora potrà usufruire dell’assistenza sanitaria, altrimenti dovrà pagare i costi dell’intervento richiesto.

È bene inoltre informarsi se nella località turistica che si è scelta per le vacanze non è fornito il servizio di guardia medica turistica: in questo caso è possibile chiedere di essere visitati da un medico di famiglia.

Anche in questo caso però la prestazione ha un costo che si aggira intorno ai € 15,00, presso uno studio medico, ma che può salire a € 25,00 nel caso in cui la visita avviene presso il domicilio.

Infine, è importante sapere che grazie alla ricevuta è possibile richiedere il rimborso presso l’azienda sanitaria di residenza.