subscribe: Posts | Comments

Fare una prima colazione sana è un toccasana per la salute

0 comments

Che per la tutela quotidiana della propria salute risulti fondamentale la prima colazione è un qualcosa che non si scopre certo oggi: oramai da decenni i nutrizionisti di tutto il mondo sono infatti concordi nel ritenere la colazione come se non il pasto più importante della giornata, uno di quelli a cui bisogna prestare maggiore attenzione.

Ora, a riprova di questo assunto che è ormai considerato una regola base per chiunque voglia prendersi cura della propria salute, arriva una nuova ricerca, condotta dalla American Heart Association, la quale ha messo in luce come il cuore sia uno dei primi organi a giovarsi di una colazione corretta da un punto di vista alimentare.

L’importanza di una colazione salutare

L’American Heart Association, che è ovviamente l’ente che raccoglie tutti i cardiologi operanti sul territorio degli Stati Uniti D’America, ha messo in luce come fare una colazione che rispetti quelle che sono le regole di un pasto sano e nutriente ha due effetti assolutamente positivi: aiuta a stabilizzare la pressione e va ad incidere positivamente su quelli che sono i livelli di colesterolo “cattivo” all’interno del sangue.

Questi due elementi, ovvero una pressione troppo alta e l’eccessiva presenza di colesterolo “cattivo” nel sangue, sono da sempre connessi al venire in essere di patologie di tipo cardiaco. Lo studio ha anche messo in luce come disturbi molto seri quali diabete e obesità siano connessi anche all’abitudine di non fare colazione la mattina, un qualcosa che tre americani su dieci fa puntualmente, minando quindi quello che è il proprio stato di salute non solo nel presente, ma anche in prospettiva.

Come fare per salvaguardare il proprio cuore?

Marie-Pierre St-Onge, la dottoressa che ha illustrato la ricerca in oggetto, ha voluto rimarcare come, per prendersi cura della salute del proprio cuore, risulti assolutamente fondamentale imporsi delle regole per quanto riguarda non solo ciò che si mangia, ma anche gli orari in cui lo si fa. In altri termini, secondo lo studio in questione, bisogna mangiare cercando di seguire orari prestabiliti: in questo modo non solo si andrebbe ad affaticare decisamente meno il cuore, ma si porrebbe un deciso freno anche a quel fenomeno psicologico conosciuto come “fame nervosa”.

Se è importante mangiare ad orari prestabiliti, risulta altrettanto decisivo per la propria salute cercare di consumare un minore numero di calorie nel pasto serale, concentrando la maggior parte dell’assunzione delle stesse nella parte iniziale della giornata.

Questo avrebbe, sempre stando allo studio, degli effetti positivi nel contrasto di patologie serie come il diabete e aiuterebbe anche nella prevenzione dei problemi di salute di natura cardiovascolare. Lo studio consiglia di fare colazione entro due ore dal momento in cui ci si è svegliati, ma di non farla mai oltre le 10 del mattino. Per quanto riguarda le calorie i ricercatori americani ritengono che con la colazione si debba arrivare a coprire dal 20% al 35% di quello che è il fabbisogno di energia quotidiano.

Per fare questo, a colazione bisogna cercare di mettere in tavola latticini contenenti pochi grassi oppure frutta, cereali e verdure, dicendo assolutamente “no” a quegli alimenti ricchi di zuccheri. Se si hanno abitudini diverse potrebbe risultare difficile cambiarle, ma per la propria salute e in particolare per quella del cuore, risulta il caso di fare un piccolo sacrificio e andare a cambiare quelle che sono le proprie abitudini.

Fonte: Salute e Benessere Sky TG24